American Homeless: un milione di studenti dorme in strada

1.5 milioni di studenti in America devono scegliere tra mangiare e studiare. Tra il 2015-2016 il numero ha avuto un rialzo del 15%. In terra di libertà si può fare tutto, o quasi. 

In America studiare, negli ultimi anni, è diventata un’impresa ardua per chi non dispone di cospicue somme di denaro per finanziare i propri studi. Il debito studentesco americano negli ultimi dodici anni è triplicato arrivando a millecinquecento miliardi. Guardando agli ultimi vent’anni il costo di una retta, sistemazione e mantenimento di uno studente sono aumentati del 103%. Tuttavia c’è un “modo” che permette di studiare. Per continuare a frequentare gli studi, pur non avendo disponibilità di denaro, si può richiedere un prestito studentesco finalizzato.

Cos’è un prestito finalizzato?

Lo studente impegna in banca il reddito futuro che spera di ottenere da una laurea, un master o un dottorato in modo da utilizzare i fondi per poter finanziare l’iter universitario. Secondo i dati della Fed al 31 dicembre 2018, i prestiti agli studenti negli Usa erano saliti a 1.500 miliardi di dollari (1.300 miliardi di euro) nel quarto trimestre dell’anno scorso. Questo debito era pari ad “appena” 500 miliardi di dollari a fine 2006

senzatetto

Più di un milione di studenti hanno riportato almeno un’esperienza di vissuto senza una casa, per un certo periodo, durante l’anno accademico 2017-2018. Lo studio sul fenomeno è stato condotto dal National Center for Homeless education. In un articolo del New York Times troviamo il report della storia di una studentessa, Angelica Gonzales, figlia di immigrati Messicani. Angelica si è iscritta alla Emory University, in Atlanta. Dopo quattro anni Angelica non è riuscita a portare a compimento il percorso di laurea. E’ impossibile studiare se si appartiene ad un ceto sociale meno abbiente. La studentessa ha dovuto lavorare duramente durante gli studi, con turni giornalieri fino a 10 ore. Questo ha automaticamente rallentato il suo percorso. 

Angelica ha deciso di lasciare gli studi con un debito complessivo maturato di 60 mila dollari. Giusto ricordare che una retta alla Emory University costa mediamente 50 mila dollari all’anno. Angelica possiede un reddito famigliare di 35 mila dollari annui, motivo per cui è un’odissea per ragazzi come lei pagarsi gli studi e terminarli per tempo.

Quanto costa una laurea negli Stati Uniti? 

Partiamo dal fatto che negli Stati Uniti ci sono due percorsi possibili: si può scegliere un percorso Junior College, oppure un percorso completo di quattro anni. Per conseguire una laurea di due anni, si parte da un minimo di 12.500 euro all’anno fino ai 30 mila euro. Per il percorso di quattro anni si parte da 25 mila euro fino ad un massimo di 70 mila. 

I costi variano da università pubblica a privata, ma restano comunque molto alti. Ad esempio l’Università of North Florid, che è a regime pubblico, prevede una retta di 7000 dollari per i residenti e di 21000 dollari per gli stranieri. A differenza del sistema italiano, che concede borse di studio in prevalenza per reddito, in America le borse di studio sono concesse su base di merito. In aggiunta non sono borse in denaro e consistono in una riduzione delle tasse dell’anno accademico. 

Secondo i dati del National Center for Education Statistics, il 51% di tutti gli alunni di una scuola pubblica in America rientrava nel 51% definito “a basso reddito”. “Non stiamo fornendo alle scuole e agli insegnanti gli strumenti che servono a educare gli alunni dal reddito basso, nonostante questi stiano diventando una parte sempre più cospicua della popolazione studentesca”, ha dichiarato al New York Times Steve Suitts, vicepresidente della Southern Education Foundation.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *